Categorie
tecnologia

Udienze in presenza: un metodo di annotazione.

In questo post, parlo di udienze in presenza per distinguerle da quelle a distanza o a trattazione scritta.

Quelle a trattazione scritta sono delle vere e proprie non udienze, l’ho detto ormai tante volte, e si traducono in una ulteriore memoria da depositare, sia pure più breve delle altre.

Quelle a distanza sono udienze che a me piacciono molto, la soluzioni sulla quale, a mio giudizio, avrebbe dovuto puntare la Cartabia, e personalmente tendo a fare tutte personalmente, sia perché sono poche sia perché si perde generalmente poco tempo a farle, non «mangiandoti» l’intera mattina ma tutt’al più un’ora, quando durano molto.

Le udienze a distanza via Microsoft Team tendo ad annotarle inserendole semplicemente in calendario.

Tutte le altre, cioè quelle da fare di persona in tribunale, le annoto, insieme ai miei colleghi di studio, in un foglio google on line, condiviso con tutti i membri dello studio, in modo che ognuno possa sia visionarlo che editarlo.

Ovviamente questo foglio è sottoposto a backup. Per fare questo, utilizzo un’applicazione che si chiama Insync, che mi tiene sincronizzato il mio google drive in un disco locale, a sua volta poi sottoposto ad ulteriori forme di backup.

Da vedere, un foglio google è Excel, quindi un foglio elettronico, dove si possono mettere in fila dati per righe e colonne, dando un formato specifico a determinate celle o righe o colonne di celle. Ad esempio, la colonna destinata a contenere l’indicazione della data dell’udienza vede il formato «data» come preimpostato.

Ho adottato un sistema del genere, nel lontano 2012, quando ho smesso di avere un gestionale e ho deciso di appoggiarmi, per tutte le attività dello studio, solo su servizi di utilità generale e non specificamente dedicati agli avvocati, per ragioni di semplicità, apertura e comodità di realizzazione delle strategie di backup – una decisione che non rimpiango affatto: a tutt’oggi, continuo a sconsigliare di usare un gestionale, pur dopo essermene costruito uno io stesso, illo tempore, con Access 97, che funziona ancora tanto è vero che ci sono studi che ancora lo utilizzano quotidianamente.

Ovviamente, creo un foglio o sottofoglio ogni volta che si passa ad un anno nuovo. In basso a sinistra, si possono vedere elencati tutti i sottofogli, corrispondenti ai diversi anni di «esercizio», nell’immagine qui sotto gli ultimi quattro.

20240226 - schermata.

Se noti, di fianco agli anni precedenti al corrente 2024 c’è un lucchetto.

Questo perché ogni volta che termina un anno chiudo il foglio mettendo una protezione, impedendo che per errore qualcuno vada a segnare in un anno diverso dal corrente un’udienza, cosa che per distrazione può sempre capitare.

Questa funzione di protezioe, offerta da fogli di google, è molto utile.

Naturalmente, il foglio elettronico è raggiungibile, consultabile e modificabile da qualsiasi dispositivo, sia da scrivania che mobile, e con qualsiasi sistema operativo, senza bisogno di installare niente, a condizione di disporre dei permessi necessari.

Personalmente, per aprire il foglio udienze utilizzo Alfred, il mio launcher di elezione sul Mac, con un workflow che legge i segnalibri di Mozilla Firefox. Per acedere al file, dunque, è sufficiente per me invocare Alfred e poi scrivere BM che sta per bookmark e «udienze», per vedere comparire il segnalibro che punta al file (Alfred fa una ricerca con la chiave «udienze» tra tutti i segnalibri di Firefox). Lo puoi vedere in azione nell’immagine che segue:

20240226 - schermata-1.

Per la modifica del file, utilizziamo un sistema di doppio controllo: l’udienza è inserita da me una volta che ricevo il provvedimento o il verbale in cui è prevista, poi, quando il documento viene mandato al cliente, viene mandato anche alla mia assistente che ha il compito di andare a controllare che io abbia inserito l’udienza in modo corretto.

In questo modo, e grazie a Dio, per il momento non abbiamo mai bucato un’udienza in diversi decenni…

E tu, che sistema utilizzi per annotare le tue udienze in presenza?

Scrivimelo qui sotto nei commenti.

Se hai domande sul mio sistema, ugualmente lascia un commento, risponderò.

Se vuoi migliorare la tua pratica legale, chiama adesso il numero 059 761926 per prenotare la tua prima sessione di coaching con me, in presenza o tramite video chiamata.

 

Vuoi diventare un avvocato migliore? Fai subito quanto segue, è tutto gratis: 

  • 💌 iscriviti a questo blog, inserendo la tua mail in calce, e dando poi conferma dentro la tua mail: riceverai gratuitamente il post della settimana, ogni giovedì, con informazioni fondamentali per il tuo lavoro;

  • 📺 guarda questo video per sapere quali altre risorse gratuite puoi sottoscrivere per ricevere contenuti utili per la tua professione di avvocato 

  • 📧 iscriviti anche al blog terre dell’anima, il mio blog dedicato al counseling e al benessere spirituale delle persone, anche là c’è solo un post alla settimana, al mercoledì.

  • 💬 entra nelle community di «fare l’avvocato è bellissimo»: 

    – su telegram

    – su facebook

  • 😍 metti like a questo post, se ti è piaciuto, condividilo liberamente pubblicandolo nei social e/o inviandolo a tutti i colleghi avvocati cui potrebbe essere utile.
Categorie
tecnologia

Thunderbird e archiviazione pec: non aggiornarlo!

Se segui il mio tutorial su come archiviare correttamente i messaggi pec – e se non lo segui, dovresti farlo – usi Thunderbird con il suo programma aggiuntivo ImportExportNG.

Trovi il tutorial descritto in questo post e in questo video.

Il problema è che le nuove versioni di Thunderbird non supportano più ImportExport.

Oggi ho avuto bisogno di archiviare i miei messaggi perché ricevevo errori di casella piena (anche se tale non veniva mostrata dagli stessi programmi di posta, che la riportavano all’82%, cosa per cui sospetto un problema di Aruba) e purtroppo ho scoperto che i Thunderbird che avevo installato sulle mie macchine erano stati aggiornati, mentre il plugin per l’esportazione nel frattempo non era stato sviluppato per essere compatibile con le nuove versioni.

Fare il downgrade di Thunderbird purtroppo non risolve rapidamente, perché quando installi una versione anteriore Thunderbird vuole che ricrei da capo il profilo coi tuoi dati, cioè devi riconfigurare da capo tutti i tuoi account. 

Se hai un backup, puoi andare a prendere il vecchio profilo, compatibile con la versione anteriore di Thunderbird che ti serve, dal backup stesso. Nel Mac, lo trovi nella cartella Library dell’utente, sottocartella «Thunderbird».

Per fortuna, avevo un Mac che non accendevo da tempo, un Air del 2013 – pensa, una macchina di oltre 10 anni fa – che tuttora si può utilizzare benissimo per lavorare, anche se l’avevo trascurato a favore di altre macchine più recenti.

In questo Mac, per fortuna, c’era una versione anteriore di Thunderbird, così ho potuto fare il backup.

Ti lascio un po’ di dati di riferimento.

Attualmente, il plugin ImportExport supporta Thunderbird fino alla versione 102 (la versione attuale invece è la 115).

Per scaricare le versioni anteriori di Thunderbird, si può andare qui.

La cosa importante, se fai ancora in tempo, è non aggiornare il tuo Thunderbird. Se per caso l’hai già aggiornato, non ti rimane invece che fare il downgrade e, se ne disponi, recuperare un profilo compatibile con la versione 102, altrimenti ricrearne uno da capo.

Chiama adesso il numero 059 761926 per prenotare la tua prima sessione di coaching con me, in presenza o tramite video chiamata.

Vuoi diventare un avvocato migliore? Fai subito quanto segue, è tutto gratis:

  • 💌 iscriviti a questo blog, inserendo la tua mail in calce, e dando poi conferma dentro la tua mail: riceverai gratuitamente il post della settimana, ogni giovedì, con informazioni fondamentali per il tuo lavoro;

  • 📺 guarda questo video per sapere quali altre risorse gratuite puoi sottoscrivere per ricevere contenuti utili per la tua professione di avvocato

  • 📧 iscriviti anche al blog terre dell’anima, il mio blog dedicato al counseling e al benessere spirituale delle persone, anche là c’è solo un post alla settimana, al mercoledì.

  • 💬 entra nelle community di «fare l’avvocato è bellissimo»:
  • 😍 metti like a questo post, se ti è piaciuto, condividilo liberamente pubblicandolo nei social e/o inviandolo a tutti i colleghi avvocati cui potrebbe essere utile.

Categorie
tecnologia

Inoreader per rimanere aggiornati: una guida per avvocati

1. **Perché usare Inoreader**: Inoreader è uno strumento di aggregazione di notizie che consente di seguire una varietà di fonti informative in un unico luogo. Per un avvocato, questo significa essere sempre aggiornati su leggi, sentenze e novità del settore.

2. **Iscriviti a Inoreader**: La registrazione è semplice e gratuita. Visita il [sito web di Inoreader](https://www.inoreader.com/) e segui le istruzioni per creare un account.

3. **Personalizza la tua bacheca**: Inoreader consente di personalizzare il tuo spazio, aggiungendo le fonti informative che ti interessano, suddivise per argomento o settore.

4. **Scegli le tue fonti**: Segui blog legali, siti di notizie giuridiche e portali di formazione professionale. Ricorda, la qualità delle tue fonti influenzerà la qualità delle tue informazioni.

5. **Usa i feed RSS**: Con il supporto per i feed RSS, puoi seguire anche piccoli blog o siti web che non hanno un’app nativa o una piattaforma di distribuzione delle notizie.

6. **Crea regole di filtraggio**: Grazie alle regole di filtraggio di Inoreader, è possibile automatizzare la gestione dei contenuti ricevuti, rendendo più semplice e rapido il processo di aggiornamento.

7. **Sfrutta le funzionalità di ricerca**: Utilizza la potente funzione di ricerca di Inoreader per trovare specifici argomenti o parole chiave. Questo ti aiuterà a rimanere concentrato sui temi più rilevanti per la tua professione.

8. **Organizza i contenuti salvati**: Crea cartelle o tag per organizzare i contenuti salvati. Questo ti permetterà di trovare facilmente le informazioni quando ne avrai bisogno.

9. **Usa Inoreader su vari dispositivi**: Con l’app mobile di Inoreader, puoi rimanere aggiornato ovunque tu sia. Ideale per gli avvocati in movimento.

10. **Sfrutta le integrazioni**: Inoreader si integra con altri strumenti come Evernote, OneNote, o Pocket, facilitando il flusso di lavoro e la gestione delle informazioni.

Ricorda, l’aggiornamento professionale è fondamentale per un avvocato. Con Inoreader, questo processo diventa più semplice e gestibile.

Chiama adesso il numero 059 761926 per prenotare la tua prima sessione di coaching con me, in presenza o tramite video chiamata.

Vuoi diventare un avvocato migliore? Fai subito quanto segue, è tutto gratis:

  • 💌 iscriviti a questo blog, inserendo la tua mail in calce, e dando poi conferma dentro la tua mail: riceverai gratuitamente il post della settimana, ogni giovedì, con informazioni fondamentali per il tuo lavoro;
  • 📺 guarda questo video per sapere quali altre risorse gratuite puoi sottoscrivere per ricevere contenuti utili per la tua professione di avvocato
  • 📧 iscriviti anche al blog terre dell’anima, il mio blog dedicato al counseling e al benessere spirituale delle persone, anche là c’è solo un post alla settimana, al mercoledì.
  • 💬 entra nelle community di «fare l’avvocato è bellissimo»:
  • 😍 metti like a questo post, se ti è piaciuto, condividilo liberamente pubblicandolo nei social e/o inviandolo a tutti i colleghi avvocati cui potrebbe essere utile.
Categorie
tecnologia

Tecnoguru: per avvocati smanettoni.

Quando ho creato questo blog dedicato agli avvocati, ho pensato di mettere qui dentro tutti i miei post in materia di tecnologia, dal momento che diversi avvocati, da bravi liberi professionisti, sono interessati a come automatizzare il loro lavoro, usare meglio il computer e più in generale alla tecnologia.

Dopo alcuni mesi ho però dovuto constatare che la maggior parte degli argomenti trattati va molto al di là delle capacità tecnologiche dell’avvocato medio: argomenti come le automazioni con “keyboard maestro”, con comandi rapidi di macOS, ma anche tanti altri, sono da considerarsi per utenti avanzati.

A tale considerazione ho abbinato il fatto che questi stessi argomenti possono essere utili benissimo anche per molti imprenditori o utenti del computer che non sono avvocati, così ho deciso di creare un blog apposito di tecnologia.

In questo blog di fare l’avvocato è bellissimo continuerò a inserire i post tecnologici di stretto interesse per gli avvocati, come ad esempio quelli relativi al funzionamento del processo civile telematico, mentre tutto quanto è per utenti avanzati o comunque di interesse generale sarà sul nuovo blog.

Ovviamente se invitato ad iscriverti anche a questo nuovo blog, dove puoi trovare contenuti utilissimi: non ci sono solo argomenti avanzati e per pochi ma a volte anche spunti utilizzabili da tutti.

Il nuovo blog si trova all’indirizzo www.tecnoguru.it.

Collegati ed iscriviti oggi stesso.


Chiama adesso il numero 059 761926 per prenotare la tua prima sessione di coaching con me, in presenza o tramite video chiamata.

Vuoi diventare un avvocato migliore? Fai subito quanto segue, è tutto gratis:

  • 💌 iscriviti a questo blog, inserendo la tua mail in calce, e dando poi conferma dentro la tua mail: riceverai gratuitamente il post della settimana, ogni giovedì, con informazioni fondamentali per il tuo lavoro;

  • 📺 guarda questo video per sapere quali altre risorse gratuite puoi sottoscrivere per ricevere contenuti utili per la tua professione di avvocato

  • 📧 iscriviti anche al blog terre dell’anima, il mio blog dedicato al counseling e al benessere spirituale delle persone, anche là c’è solo un post alla settimana, al mercoledì.

  • 💬 entra nelle community di «fare l’avvocato è bellissimo»:
  • 😍 metti like a questo post, se ti è piaciuto, condividilo liberamente pubblicandolo nei social e/o inviandolo a tutti i colleghi avvocati cui potrebbe essere utile.

Categorie
tecnologia

WhatsApp Business per avvocati e studi legali: 10 vantaggi.

WhatsApp Business è una versione dedicata dell’app di messaggistica popolare tra gli utenti, ma con funzionalità aggiuntive per aiutare le aziende a comunicare meglio con i propri clienti.

Ma WhatsApp Business può essere utile anche per gli avvocati e gli studi legali?

In questo articolo scopriremo i 10 vantaggi dell’uso di WhatsApp Business per professionisti legali.

## Vantaggio 1: Comunicazione veloce e immediata

WhatsApp Business consente di comunicare con i clienti in modo rapido e immediato, anche in tempo reale. Gli avvocati e gli studi legali possono utilizzare questa funzionalità per rispondere a domande urgenti e risolvere problemi immediati.

## Vantaggio 2: Possibilità di creare una lista di contatti

WhatsApp Business consente di creare una lista di contatti e organizzarli in gruppi, semplificando così la comunicazione con clienti specifici o gruppi di clienti.

## Vantaggio 3: Facilità di condivisione di documenti e file

WhatsApp Business consente di condividere documenti e file con i clienti in modo semplice e veloce. Questa funzionalità può essere utile per condividere documenti legali importanti e scambiare informazioni con i clienti.

## Vantaggio 4: Tracciamento delle comunicazioni

WhatsApp Business consente di tracciare le comunicazioni con i clienti, permettendo agli avvocati di monitorare le conversazioni e la risoluzione dei problemi.

## Vantaggio 5: Personalizzazione del profilo aziendale

WhatsApp Business consente di personalizzare il profilo aziendale con informazioni importanti come l’indirizzo, gli orari di apertura e il sito web dello studio legale.

## Vantaggio 6: Utilizzo di messaggi automatici

WhatsApp Business consente di utilizzare messaggi automatici per rispondere alle domande più frequenti dei clienti, risparmiando tempo prezioso agli avvocati e aiutando i clienti a ottenere risposte rapide alle loro domande.

## Vantaggio 7: Criptaggio end-to-end

WhatsApp Business utilizza una crittografia end-to-end per garantire la privacy delle comunicazioni tra gli avvocati e i clienti.

## Vantaggio 8: Gestione del profilo da più dispositivi

WhatsApp Business consente di gestire il profilo aziendale da più dispositivi, rendendo più facile per gli avvocati e gli assistenti gestire la comunicazione con i clienti.

## Vantaggio 9: Comunicazione interna

WhatsApp Business può essere utilizzato anche per la comunicazione interna tra gli avvocati e gli assistenti dello studio legale, semplificando così la collaborazione e il coordinamento.

## Vantaggio 10: Costo zero

WhatsApp Business è un’applicazione gratuita, il che significa che gli studi legali possono utilizzarla senza spendere un centesimo.

Tag SEO:

Categorie
tecnologia

Google Calendar negli studi legali: tutti i vantaggi.

Google Calendar è uno strumento di pianificazione molto utile per gli studi legali. Non solo è gratuito, ma è anche molto semplice da usare e può essere facilmente integrato con altri strumenti di produttività. Ecco alcuni dei vantaggi dell’uso di Google Calendar negli studi legali.

1. **Organizzazione efficiente:** Con Google Calendar, gli avvocati possono visualizzare tutti gli impegni, gli eventi e le scadenze in un’unica interfaccia. In questo modo, possono organizzare il loro tempo in modo più efficiente e evitare di dimenticare appuntamenti importanti.

2. **Condivisione di calendari:** Google Calendar consente di condividere i propri calendari con colleghi, assistenti e clienti. Questo è molto utile per mantenere tutti sullo stesso piano e per evitare sovrapposizioni di appuntamenti.

3. **Sincronizzazione con altri strumenti:** Google Calendar può essere sincronizzato con altri strumenti di produttività come Gmail, Google Drive e Google Meet. Ciò significa che gli avvocati possono facilmente gestire le email, i documenti e le videoconferenze direttamente dalla propria interfaccia.

4. **Notifiche personalizzate:** Google Calendar consente di impostare notifiche personalizzate per ogni evento, scadenza o appuntamento. Questo è molto utile per non dimenticare le scadenze importanti o per essere pronti per una riunione.

5. **Aggiunta di note e dettagli:** Con Google Calendar, è possibile aggiungere note e dettagli per ogni evento o appuntamento. Questo è molto utile per tenere traccia di tutte le informazioni importanti.

6. **Accesso da qualsiasi dispositivo:** Google Calendar è disponibile su tutti i dispositivi e sincronizza automaticamente le modifiche. Questo significa che gli avvocati possono accedere ai propri calendari ovunque si trovino e da qualsiasi dispositivo.

7. **Pianificazione di riunioni:** Con Google Calendar, è possibile pianificare riunioni con altre persone, verificare la disponibilità di tutti i partecipanti e inviare le inviti direttamente dal calendario.

8. **Visualizzazione di più calendari contemporaneamente:** Google Calendar consente di visualizzare più calendari contemporaneamente, ad esempio il calendario personale e quello dell’ufficio. Questo è molto utile per tenere traccia di più impegni e scadenze.

9. **Integrazione con Google Meet:** Google Calendar è integrato con Google Meet, il che significa che gli avvocati possono facilmente organizzare videoconferenze direttamente dal calendario.

10. **Backup automatico:** Tutti i dati del calendario vengono automaticamente salvati in cloud, il che significa che non si perdono mai importanti appuntamenti o scadenze.


Chiama adesso il numero 059 761926 per prenotare la tua prima sessione di coaching con me, in presenza o tramite video chiamata.

Vuoi diventare un avvocato migliore? Fai subito quanto segue, è tutto gratis:

  • 💌 iscriviti a questo blog, inserendo la tua mail in calce, e dando poi conferma dentro la tua mail: riceverai gratuitamente il post della settimana, ogni giovedì, con informazioni fondamentali per il tuo lavoro;
  • 📺 guarda questo video per sapere quali altre risorse gratuite puoi sottoscrivere per ricevere contenuti utili per la tua professione di avvocato
  • 📧 iscriviti anche al blog terre dell’anima, il mio blog dedicato al counseling e al benessere spirituale delle persone, anche là c’è solo un post alla settimana, al mercoledì.
  • 💬 entra nelle community di «fare l’avvocato è bellissimo»:
  • 😍 metti like a questo post, se ti è piaciuto, condividilo liberamente pubblicandolo nei social e/o inviandolo a tutti i colleghi avvocati cui potrebbe essere utile.
Categorie
tecnologia

Dropbox nello studio legale: 10 vantaggi.

I 10 vantaggi di usare Dropbox nello studio legale: gestione ottimizzata dei file delle pratiche

1. **Sincronizzazione automatica**

Dropbox sincronizza automaticamente i file tra dispositivi e utenti, garantendo che tutti abbiano accesso alle versioni più recenti dei documenti.

2. **Accesso da qualsiasi dispositivo**

Dropbox è disponibile su computer, smartphone e tablet, permettendo agli avvocati di accedere ai file delle pratiche ovunque si trovino.

3. **Condivisione semplice e sicura**

Con Dropbox, è possibile condividere file e cartelle con clienti e colleghi in modo sicuro, attraverso link protetti da password e con scadenza.

4. **Controllo delle versioni**

Dropbox mantiene un registro delle modifiche apportate ai file, permettendo di recuperare versioni precedenti in caso di errori o cancellazioni accidentali. Questo è molto importante e costituisce una sicurezza in più.

5. **Sicurezza e crittografia**

I file memorizzati su Dropbox sono protetti da crittografia avanzata, garantendo la sicurezza e la riservatezza delle informazioni sensibili.

6. **Backup automatico**

Dropbox esegue backup automatici dei file, proteggendoli da perdite accidentali e assicurando la continuità delle pratiche legali. Anche se hai un solo computer, i file saranno copiati sia sul tuo computer che su quello di dropbox. Se poi hai più macchine, saranno copiati su tutte.

7. **Collaborazione in tempo reale**

Grazie a Dropbox, gli avvocati tra loro oppure coi clienti possono lavorare insieme sui file in tempo reale, migliorando l’efficienza e la comunicazione all’interno dello studio legale.

8. **Integrazione con altre applicazioni**

Dropbox si integra facilmente con altre applicazioni utilizzate dagli studi legali, come Microsoft Office, Adobe e software di gestione delle pratiche.

9. **Organizzazione e ricerca facilitata**

Le funzioni di organizzazione e ricerca di Dropbox aiutano gli avvocati a trovare rapidamente i file delle pratiche e a mantenerli ordinati.

10. **Risparmio di tempo e costi**

Utilizzando Dropbox per la gestione dei file delle pratiche, gli studi legali possono risparmiare tempo e ridurre i costi legati alla gestione documentale tradizionale.


🚀 Chiama adesso il numero 059 761926 per prenotare la tua prima sessione di coaching con me, in presenza o tramite video chiamata. Anche per essere aiutato a installare e configurare il tuo sistema Dropbox.

Vuoi diventare un avvocato migliore? Fai subito quanto segue, è tutto gratis:

  • 💌 iscriviti a questo blog, inserendo la tua mail in calce, e dando poi conferma dentro la tua mail: riceverai gratuitamente il post della settimana, ogni giovedì, con informazioni fondamentali per il tuo lavoro;
  • 📺 guarda questo video per sapere quali altre risorse gratuite puoi sottoscrivere per ricevere contenuti utili per la tua professione di avvocato;
  • 📧 iscriviti anche al blog terre dell’anima, il mio blog dedicato al counseling e al benessere spirituale delle persone, anche là c’è solo un post alla settimana, al mercoledì.
  • 💬 entra nelle community di «fare l’avvocato è bellissimo»:
  • 😍 metti like a questo post, se ti è piaciuto, condividilo liberamente pubblicandolo nei social e/o inviandolo a tutti i colleghi avvocati cui potrebbe essere utile.
Categorie
tecnologia

Ricerche anagrafiche on line: di nuovo possibili.

La schermata dice già tutto…

Il link è questo

Grazie alla collega Elisa Fornaciari del foro di Arezzo per il contributo.


Chiama adesso il numero 059 761926 per prenotare la tua prima sessione di coaching con me, in presenza o tramite video chiamata.

Vuoi diventare un avvocato migliore? Fai subito quanto segue, è tutto gratis:

  • 💌 iscriviti a questo blog, inserendo la tua mail in calce, e dando poi conferma dentro la tua mail: riceverai gratuitamente il post della settimana, ogni giovedì, con informazioni fondamentali per il tuo lavoro;

  • 📺 guarda questo video per sapere quali altre risorse gratuite puoi sottoscrivere per ricevere contenuti utili per la tua professione di avvocato

  • 📧 iscriviti anche al blog terre dell’anima, il mio blog dedicato al counseling e al benessere spirituale delle persone, anche là c’è solo un post alla settimana, al mercoledì.

  • 💬 entra nelle community di «fare l’avvocato è bellissimo»:
  • 😍 metti like a questo post, se ti è piaciuto, condividilo liberamente pubblicandolo nei social e/o inviandolo a tutti i colleghi avvocati cui potrebbe essere utile.

Categorie
tecnologia

8 cose su WhatsApp: perché e come usare la versione business.

1) La versione business di WhatsApp funziona non su numeri di cellulare, ma di telefonia fissa.

2) É una applicazione che devi scaricare a parte, diversa da quella ordinaria che probabilmente hai già, che offre anche funzioni aggiuntive come la possibilità di assegnare tag colorate ai contatti.

3) Per utilizzare WhatsApp business, puoi usare il tuo numero di linea fissa, se ne disponi, oppure procurarti un numero virtuale.

4) In entrambi i casi, assicurati che sia un numero che non puoi perdere, perché attivandoci sopra WhatsApp business ci investirai il tuo tempo e lo renderai un punto di riferimento per i tuoi contatti, tra cui soprattutto i prospetti.

5) Un primo grande vantaggio di usare la versione business di WhatsApp, e non quella ordinaria, é appunto la possibilità di usare WhatsApp senza dover esporre il tuo numero di cellulare, sia nei confronti dei tuoi contatti sia nei gruppi in cui ti dovessi trovare a partecipare.

6) Un altro aspetto poco considerato, ma invece molto importante, riguarda il tenere separate, a livello di comunicazione, la tua vita personale e quella professionale: vuoi che i tuoi contatti di lavoro vedano, negli «stati», la tua foto davanti alla torta di compleanno o mentre fai l’aperitivo?

7) Una funzione di WhatsApp business, poi, é quella delle risposte preconfezionate; puoi farne una ad esempio in cui dici che non accetti messaggi vocali più lunghi di due minuti e inviti a prendere appuntamento, indicando come fare, ma le possibilità di utilizzo, e di conseguente risparmio di tempo, sono infinite e le vedrai man mano.

8) Puoi definire un profilo della tua attività in cui dare informazioni di base come l’orario di apertura e persino creare un catalogo prodotti, anche se temo che, almeno al momento, pochi prospetti possano andare a vedere queste informazioni.

👉🎯 Vuoi migliorare la tua pratica di avvocato? Whatsapp 0️⃣5️⃣9️⃣ 7️⃣6️⃣1️⃣9️⃣2️⃣6️⃣ per prenotare la tua call gratuita per saperne di più senza impegno sul coaching di «fare l’avvocato é bellissimo» 👍

Iscriviti oggi stesso al blog, per ricevere gratuitamente il post della settimana con informazioni utili per migliorare il tuo lavoro di avvocato. Inserisci la tua mail nella casella in calce 👇

Se incontri difficoltà o vuoi chiarimenti sull’installazione e sull’uso di WhatsApp per business, lasciami un commento qui sotto, proverò ad aiutarti volentieri.

Categorie
tecnologia

WordPress: cambiare da post a pagina e viceversa

Se vuoi essere un bravo e soprattutto vincente avvocati, sai che devi fare content marketing. Se fai content marketing, sai che devi avere sempre come base un blog. Se devi avere un blog, sai infine che devi usare, salvo eccezioni molto particolari, wordpress self-hosted.

Conoscere e imparare ad usare bene wordpress è dunque essenziale per ogni lavoratore autonomo che intende fare seriamente content marketing. Sì è vero molte cose possono essere demandate a un tecnico o consulente esterno, tuttavia il lavoro viene molto migliore e più veloce se ogni imprenditore impara almeno le basi dell’uso di questa piattaforma.

I due tipi di contenuto fondamentale su wordpress sono i post e le pagine. I post sono per le pubblicazioni di tutti i giorni, e possono essere anche decine di migliaia, come nel caso del mio vecchio blog degli avvocati dal volto umano, mentre le pagine, destinate ad essere poche lungo tutta la vita del blog, si prestano maggiormente a contenere informazioni di riferimento, tendenzialmente statiche.

Ad esempio, una pagina del mio blog «avvocati dal volto umano», che prendo sempre ad esempio per comodità, è la pagina «dove siamo», che fornisce indicazioni ai clienti e potenziali tali. Le pagine di solito inoltre sono destinate a finire nel menu, o nei menu se più di uno, del blog, in quanto appunto contenenti informazioni di riferimento.

Può succedere che un contenuto originariamente pubblicato come post si voglia trasformare in pagina, perché ci si è accorti che può funzionare meglio come tale, in quanto contiene contenuti che si sono rilevati di riferimento per molte persone, oppure viceversa, che una pagina si voglia passare al rango di post, perché in fondo i contenuti non sono poi così di riferimento come si pensava.

Per fare questo occorre installare un plugin apposito, dal momento che wordpress da sola non consente di effettuare operazioni di questo genere e nemmeno software come Marsedit o altri editor esterni.

post type switcher

Il plugin da utilizzare è Post Type Switcher: nonostante il nome, serve non solo per il post ma anche per le pagine, qui il termine post sta per «contenuto». 

Dopo averlo installato, nel solito modo, nella finestra di editing del tuo contenuto – post o pagina – appare una nuova opzione «post type». La trovi in basso a destra nell’immagine.

opzione post type

Cliccando su «articolo», cioè post in Italiano, appare la possibilità di convertirlo a pagina, come si deve nell’immagine che segue.

articolo o pagina

 

A questo punto, è sufficiente selezionare e salvare e il cambio di formato sarà completato.

Chiama il numero 059 761926 per prenotare la tua call gratuita per maggiori informazioni sul mio coaching per avvocati.

Iscriviti oggi stesso al blog per ricevere gratis tutti i futuri contenuti che saranno rilasciati.